Brosco: “Prima di venire qui ho visto i video sulla tifoseria biancorossa, mi sono convinto subito”

E’ stato presentato alla stampa il nuovo difensore biancorosso, Riccardo Brosco.

“Sono arrivato in ritiro una settimana e mezza dopo gli altri, sinceramente sono un po’ indietro, ma sto lavorando intensamente per arrivare in condizioni perfette alla prima di campionato contro il Cittadella. La squadra è carica, è un gruppo già collaudato. Il Cittadella è una squadra sempre difficile da affrontare, gioca intensamente e aggredisce, sarà una partita complicata ma noi punteremo alla vittoria.

Empoli? Affrontare squadre di serie A, come successo con Cagliari e Sassuolo, è un test importante. Ci teniamo a fare bella figura in Coppa Italia, andremo per giocarcela, senza nulla da perdere con lo spirito alto, ma il nostro obiettivo è il campionato.

Dove può arrivare il Vicenza? Quest’anno, a detta degli addetti ai lavori, sarà un campionato difficile. Un campionato livellato nel quale non bisogna mai perdere di vista l’obiettivo. Penso che questa squadra, lottando partita dopo partita, possa fare un’ottima stagione. Dal punto di vista personale penso di poter portare esperienza in un gruppo già collaudato, entrando in punta di piedi ma facendo il massimo per aiutare la squadra.

La trattativa? A gennaio c’era stata qualche voce che mi ha fatto piacere, ma indossavo la fascia di capitano dell’Ascoli e mi sembrava doveroso dare ai bianconeri la priorità. Colgo l’occasione per ringraziare Ascoli e i suoi tifosi, sono stati 3 anni molto intensi. Da svincolato ho avuto altri interessamenti, tuttavia quando ho sentito il mister e il direttore, e vedendo i video della tifoseria biancorossa, mi sono convinto subito. Mi hanno caricato. Poi conosco diversi giocatori, praticamente quasi tutto il reparto difensivo attuale, Calderoni, Padella, Bruscagin, poi Giacomelli con cui ho giocato a Pescare, per me è stato facile ambientarmi.

Le mie caratteristiche? Le letture di gioco, poi sono un centrale fisico, gioco molto sull’anticipo, sono bravo a leggere l’azione e riesco a sopperire alla mia stazza.

I tifosi? E’ una piazza che ti lascia lavorare, si può fare calcio ed è una piazza che ti carica. Vedendo i video poi ho visto una tifoseria incredibile. Questa stagione senza pubblico ho visto un calcio diverso, nel senso che si gioca più a livello tecnico-tattico che a livello emotivo. Con i tifosi entra in campo la sfera emotiva, come ad esempio recuperare una gara con la spinta del pubblico, è un calcio più vero e passionale. Mi auguro che al più presto possano tornare allo stadio.

Vicenza? La città è bellissima, la gente è perbene, tutti sono molto accoglienti e sorridenti, questo mi ha colpito tanto e per questo ho voluto prendere casa in centro”.

Pubblicato il 14 Agosto 2021

MAIN PARTNER

CONTATTI
lrVicenza-logo_W

Stadio Romeo Menti · contatti

Area marketing · marketing@lrvicenza.net

Webmaster · Nexidia

L.R. VICENZA S.P.A
VIA SCHIO, 21 - 36100 – VICENZA
P.IVA : 02555940242
Privacy Policy