REGOLAMENTO D’USO DELLO STADIO COMUNALE “ROMEO MENTI” DI VICENZA

L’accesso e la permanenza, a qualsiasi titolo, nell’area dello Stadio, in occasione degli incontri di calcio, sono espressamente soggette al rispetto del Regolamento e delle normative vigenti o emanate dalle Autorità Competenti, dalla FIFA, dalla UEFA, dalla Lega Calcio; l’acquisto di un titolo d’accesso ne comporta l’integrale accettazione.

L’inosservanza del Regolamento comporterà l’immediata risoluzione del contratto di prestazione, con il conseguente allontanamento dall’impianto del contravventore nonché l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 100 ad € 500. Qualora il contravventore risulti già sanzionato, nella stessa stagione sportiva anche in un altro stadio, la sanzione può essere aumentata sino alla metà del massimo e può essere comminato il divieto di accesso alle manifestazioni sportive.

Per Stadio s’intendono tutte le aree di pertinenza compresa l’area riservata esterna.
Per Club s’intende L.R. Vicenza Virtus S.p.A.
Per Evento s’intende ogni manifestazione sportiva o meno organizzata dal Club.

L’accesso e la permanenza nello Stadio sono consentiti solo ai possessori d’idoneo titolo di accesso, che dovrà essere conservato per tutta la durata dell’Evento ed esibito in qualsiasi momento a richiesta degli steward. Il titolo d’accesso è personale e non potrà essere ceduto a terzi salvo nei casi e secondo le modalità previste dalla normativa di legge in materia e dal club.

L’accesso all’impianto avviene con titolo nominativo quindi è richiesto il possesso di un documento d’identità valido, da esibire anche se richiesto dagli steward, per verificare la corrispondenza tra il titolare del tagliando ed il possessore dello stesso (solo per i minori di anni 14, potrà essere considerata valida l’autocertificazione dell’adulto accompagnatore).

Per ragioni d’ordine pubblico le Forze dell’Ordine o il Club potranno limitare o interdire l’ingresso o la permanenza nello Stadio anche a soggetti che dispongono del titolo di accesso.

Il Club non risponde, salvo che il fatto non sia imputabile a suo fatto e colpa, per smarrimenti, incidenti o danni a persone o cose nello Stadio e nelle aree limitrofe.

Data e ora dell’Evento potranno essere modificate per disposizione dell’Autorità di Pubblica o dalle autorità sportive senza che ciò possa determinare alcuna responsabilità a carico del Club.

In caso di Evento posposto o annullato il rimborso avverrà secondo quanto previsto dal contratto di acquisto del titolo di accesso e dalle norme vigenti in materia. Il Club in tal caso non avrà nessun altro obbligo oltre a quello del rimborso del biglietto. Il rimborso o la sostituzione del titolo d’accesso avrà luogo solo a fronte di presentazione dello stesso.

Lo spettatore può essere sottoposto, anche da parte degli steward ed a mezzo di metal detector a controlli finalizzati ad evitare l’introduzione di materiali illeciti, proibiti e/o pericolosi.

L’accesso e la permanenza saranno negati a chiunque rifiuterà di sottoporsi ai controlli da parte degli steward e delle Forze dell’Ordine.

Tutti gli spettatori hanno il diritto/dovere di accedere esclusivamente al settore indicato nel titolo di accesso e conseguentemente di occupare esclusivamente il posto indicato sullo stesso titolo, seppur non utilizzato da altri soggetti, salvo non espressamente autorizzato dal Club attraverso il personale preposto.

Il titolo d’accesso dà diritto ad assistere all’evento; chi intenda uscire dallo stadio prima del termine dell’incontro non potrà farvi rientro.

 

Il presente regolamento potrà essere modificato nel corso della stagione su richiesta delle Autorità competenti o a seguito dell’emanazione di nuove norme o regole anche emanate dal Club. Il regolamento sarà comunque sempre esposto presso le biglietterie e gli accessi all’impianto sportivo nonché nel sito del Club.

 

È SEVERAMENTE VIETATO:

  • Accedere allo Stadio se soggetti a diffida per atti di violenza sportiva.
  • Accedere allo Stadio in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e psicotrope.
  • Introdurre nello Stadio: armi da fuoco o strumenti atti ad offendere come coltelli, forbici, taglierini, materiale pirotecnico, fumogeni, trombe a gas, razzi e bengala, armi, puntatori laser, bottiglie, anche di plastica, recipienti di vetro, lattine, aste rigide, ombrelli con punta (salvo deroga stabilita per il singolo evento dal funzionario delle FFO responsabile del GOS in considerazione delle avverse condizioni meteo), pietre e tutti gli oggetti che possano essere pericolosi, possono essere usati come arma od oggetti da lancio o semplicemente recare disturbo
  • Qualsiasi tipo di travisamento.
  • Introdurre caschi da motociclista.
  • Introdurre animali, con l’eccezione dei cani guida per non vedenti.
  • Introdurre ed utilizzare tamburi e mezzi di diffusione sonora (es megafoni), se non espressamente autorizzati secondo la procedura prevista per gli striscioni, sotto riportata.
  • Introdurre nello stadio droghe e bevande alcoliche di gradazione superiore a 5° (salvo specifica ordinanza delle autorità competenti che vieti somministrazione ed introduzione di qualsiasi sostanza alcolica), veleni, sostanze nocive o infiammabili o pericolose.
  • Introdurre o vendere all’interno dell’area riservata bevande contenute in lattina, bottiglie di vetro o plastica; le stesse devono essere versate in bicchieri di carta o plastica.
  • Esternare qualsiasi forma di discriminazione razziale, etnica o religiosa od altre manifestazioni d’intolleranza con cori o esposizione di scritte.
  • Esporre materiale che ostacoli la visibilità agli altri tifosi o la segnaletica di emergenza o che comunque sia di ostacolo alle vie di fuga.
  • E’ vietato introdurre negli stadi striscioni e qualsiasi altro materiale ad essi assimilabile, compreso quello per le coreografie, se non espressamente autorizzato dal Club a seguito di nulla osta acquisito dalle Autorità Competenti (concesso a condizione che sia identificato/i il/i richiedente dell’esposizione o della realizzazione della coreografia, all’interno del gruppo identificato dal materiale non siano presenti una o più persone soggette a divieto d’accesso agli impianti sportivi, non sussistano motivi ostativi sotto il profilo dell’ordine e sicurezza pubblica e sotto il profilo della salvaguardia dell’incolumità e della sicurezza antincendio). L’istanza per l’ottenimento dell’autorizzazione all’esposizione striscioni o coreografie (che potrà essere anche stagionale) dovrà essere inoltrata al Club almeno 7 giorni prima della gara (indicazioni sul contenuto obbligatorio dell’istanza e sulla procedura di ottenimento “nulla osta” disponibili presso la Sede del Club). Il materiale coreografico autorizzato dovrà essere introdotto nello stadio almeno un’ora prima dell’apertura dei cancelli specificando il varco d’accesso. Dopo l’apertura dei cancelli al pubblico non sarà consentito l’accesso allo stadio di alcun materiale coreografico ancorché autorizzato. Gli striscioni potranno essere affissi esclusivamente dove indicato dagli steward. Eventuali coreografie autorizzate dovranno in ogni caso terminare prima che inizi la gara. L’esposizione di materiale diverso da quello autorizzato comporta l’immediata rimozione ed allontanamento dallo stadio del/dei trasgressori cui potrà essere applicata la normativa in materia di divieto d’accesso agli impianti sportivi. Potrà anche essere revocata l’autorizzazione all’esposizione del Gruppo d’appartenenza. Al termine della gara esaurito il deflusso del pubblico il materiale coreografico autorizzato dovrà essere rimosso ed ove prescritto ripresentato integralmente presso il varco indicato. Per l’introduzione di megafoni e tamburi è necessario presentare al Club, almeno 7 giorni prima della gara, richiesta di autorizzazione contenente le generalità complete del richiedente. Il nulla osta potrà essere concesso dal GOS, a condizione che il numero sia proporzionato alla grandezza del settore ed i tamburi siano ad una sola battura.
  • Tenere comportamenti minacciosi, violenti o linguaggi ingiuriosi;
  • Ogni insulto o coro razzista, vessazioni di ogni genere e altri atti violenti od offensivi.
  • Sostare in prossimità di passaggi, le vie d’accesso e di fuga, le uscite e gli ingressi, le scale.
  • Arrampicarsi su recinzioni, strutture fisse o mobili ed impianti tecnici dello Stadio.
  • Lanciare oggetti.
  • Incitare o inneggiare o indurre alla violenza nel corso di competizioni agonistiche.
  • Entrare nell’area di gioco o nelle zone chiuse agli spettatori.
  • Scavalcare cancelli, barriere, parapetti e balaustre di ogni tipo.
  • Distribuire gratuitamente o a pagamento qualsiasi tipologia di materiale senza il permesso scritto del Club. 

 

Chi acquisti titoli d’accesso per settori diversi da quelli destinati alla propria tifoseria di appartenenza, provocando situazioni pericolose, potrà essere fatto allontanare da quel settore.

Nello stadio è attivo un impianto di registrazione audiovisivo ad alta definizione; i dati saranno trattati secondo le disposizioni previste dal D.Lgs. 196 del 30 giugno 2003 e dal D.M. 6/06/2005. Il trattamento dei dati personali è effettuato nel rispetto delle norme di legge ed il responsabile del trattamento è il Direttore di Gestione del Club.

Durante la permanenza nello Stadio gli spettatori devono seguire INDEROGABILMENTE le indicazioni del personale del Club e delle Forze di Polizia. Il mancato rispetto delle istruzioni può essere sanzionato con l’espulsione dallo Stadio e secondo le norme vigenti.

Chiunque sia sorpreso, visto o filmato dal sistema di video sorveglianza a danneggiare, manomettere o deturpare lo Stadio, strutture, infrastrutture, servizi o proprietà del Club sarà perseguito a termini di legge.

Non è permesso introdurre nello Stadio (eccetto persone autorizzate) attrezzature, ivi comprese le macchine fotografiche professionali, in grado di registrare e trasmettere, in digitale o su qualsiasi altro supporto, materiale audio, video e audiovideo, informazioni o dati inerenti l’evento nello Stadio. Il copyright per trasmissioni o registrazioni non autorizzate è dovuto, secondo le norme di Legge, al Club.

Chiunque impedisca agli steward il regolare svolgimento delle loro mansioni o usi loro “violenza o minaccia” sarà punito ai sensi degli artt. 336 e 337 c.p.

Il Club si riserva di espellere dallo Stadio chiunque non rispetti il Regolamento dello Stadio o la cui presenza all’interno dello Stadio possa essere considerata come una causa di pericolo o disturbo per gli altri spettatori. Ciò può portare al ritiro da parte del Club, senza rimborso, dell’abbonamento o del biglietto o ad altre azioni che il Club si riserva di prendere nel futuro e la segnalazione alle Forze dell’Ordine per l’applicazione delle sanzioni previste.

GESTIONE EMERGENZE

In caso di necessità rivolgersi al persone identificabile dalla casacca gialla (steward); si ricorda in tal senso che è obbligatorio individuare l’addetto più vicino al posto occupato.

In caso di emergenza attenersi alle indicazioni dello speaker, degli Steward, delle FF.O., dei VV.F. e della C.R.I.

MAIN PARTNER

CONTATTI
lrVicenza-logo_W

Stadio Romeo Menti · Via Schio, 21 · 36100 Vicenza

L.R. VICENZA VIRTUS SPA
VIA SCHIO, 21 - 36100 – VICENZA
P.IVA : 02555940242